Green economy

Negli ultimi anni la green economy nelle Alpi è diventata una priorità per molti tipi di attività. Il concetto si riferisce al processo di transizione delle economie alpine verso un modello a basse emissioni di carbonio, efficiente nell'uso delle risorse e sostenibile in termini ambientali e sociali. Questa transizione richiede un cambiamento di paradigma nell'attuale concezione del rapporto tra economia, ambiente e popolazione, ma anche nel modo in cui sono attuati i processi economici. Per questo motivo la green economy è un approccio olistico che coinvolge tutti i settori dell'economia e della società, al fine di conciliare gli investimenti economici con la conservazione ambientale e la protezione sociale.  

Le Alpi, con le loro sfide specifiche e le loro risorse uniche, hanno le potenzialità per fungere da laboratorio di sperimentazione della green economy e per diffonderla al di là dei loro confini.

Sebbene non venga mai menzionata esplicitamente nei Protocolli, la green economy e i principi su cui è incardinata possono essere considerati un tema ricorrente nei testi legali della Convenzione delle Alpi.  L'argomento è stato inoltre oggetto di un'analisi approfondita nella sesta Relazione sullo stato delle Alpi (RSA).

Dal 2016, anno in cui è stata pubblicata la sesta RSA, il lavoro della Convenzione delle Alpi sull'economia verde è proseguito con la stesura nel 2019 di un Programma d'azione per la green economy (GEAP), che cerca di mettere in pratica quanto appreso dalla RSA. Il GEAP ha identificato le aree tematiche chiave formulando gli obiettivi prioritari per quanto riguarda il progresso verso una Green economy alpina entro il 2030. Il Programma d'azione ha inoltre individuato alcuni ambiti d'azione per misure mirate ed efficaci, tra cui:

  • ecologizzare la finanza e le strutture finanziarie di supporto,
  • incoraggiare l’ecoinnovazione,
  • ecologizzare lo sviluppo regionale,
  • valorizzare ecosistemi e biodiversità,
  • vivere e lavorare in una green economy.

Per ognuno di questi ambiti d'azione, il GEAP ha sviluppato una serie di azioni concrete, cioè processi che sono gestibili, realistici e d'impatto e che aiutano a promuovere la trasformazione verso la Green economy. In totale ci sono 33 azioni, che possono essere attuate e adattate a esigenze, priorità e capacità.

Infine, per monitorare i progressi verso la Green economy, la Conferenza delle Alpi ha richiesto la stesura di relazioni periodiche circa i progressi compiuti. Il primo approfondimento è stato presentato alla XVI Conferenza delle Alpi.

Protocolli e dichiarazioni

Inoltre, i principi su cui si basa la green economy sono affrontati direttamente o indirettamente nella Convenzione quadro e, in particolare nel Protocollo Pianificazione territoriale e sviluppo sostenibile, Protocollo Agricoltura di montagna, Protocollo Foreste montane, Protocollo Turismo, Protocollo Energia, Protocollo Trasporti.

Gruppi di lavoro tematici

Documenti e pubblicazioni selezionate

Progetti

Utilizziamo i cookie per fornirvi le migliori informazioni possibili sul nostro sito web. Se si desidera continuare a navigare su questo sito web, si prega di accettare l'uso dei cookie.