Gestione dell'acqua

Nelle montagne, l'acqua è conservata sotto forma di ghiaccio e neve e confluisce parzialmente nei corsi d'acqua in primavera e in estate. I fiumi alpini sono una fonte di acqua dolce per gran parte dell'Europa, fonte d’acqua potabile, per i consumi domestici, per l'irrigazione, le attività sportive e la produzione di energia idroelettrica. Questi utilizzi a volte entrano in competizione tra loro e con i bisogni degli ecosistemi acquatici. L'acqua è anche uno dei principali elementi legati aidisastri naturali, come le valanghe, le alluvioni, lo scioglimento del permafrost, le frane, la scarsità d'acqua e la siccità. I cambiamenti climatici influenzano anche le risorse idriche e le precipitazioni.

La Convenzione delle Alpi menziona l'acqua come uno tra i dodici aspetti principali (art. 2, comma 2e della Convenzione quadro) e si prefigge l'obiettivo "di conservare o di ristabilire la qualità naturale delle acque e dei sistemi idrici, in particolare salvaguardandone la qualità, realizzando opere idrauliche compatibili con la natura e sfruttando l'energia idrica in modo da tener parimenti conto degli interessi della popolazione locale e dell'interesse alla conservazione dell'ambiente".            

 

GRUPPI DI LAVORO TEMATICI

  • Piattaforma Gestione dell'acqua nelle Alpi

Gli aspetti legati all'acqua sono anche parte integrante delle attività del Gruppo d'azione 6 di EUSALP.

 

PUBBLICAZIONI E DOCUMENTI

 

PROGETTI

  • We are Alps 2017
  •  Alpen-Forum-Innsbruck 2017 (Cambiamenti climatici e pericoli naturali)
  • SPARE (Programma Spazio Alpino) (2015-2018)
Utilizziamo i cookie per fornirvi le migliori informazioni possibili sul nostro sito web. Se si desidera continuare a navigare su questo sito web, si prega di accettare l'uso dei cookie. Wir verwenden Cookies, um Sie auf unserer Webseite bestmöglich mit Informationen versorgen zu können. Wenn Sie diese Webseite weiterhin nutzen, akzeptieren Sie die Verwendung von Cookies.