Gestione dell'acqua

Nelle montagne, l'acqua è conservata sotto forma di ghiaccio e neve e confluisce parzialmente nei corsi d'acqua in primavera e in estate. I fiumi alpini sono una fonte di acqua dolce per gran parte dell'Europa, fonte d’acqua potabile, per i consumi domestici, per l'irrigazione, le attività sportive e la produzione di energia idroelettrica. Questi utilizzi a volte entrano in competizione tra loro e con i bisogni degli ecosistemi acquatici. L'acqua è anche uno dei principali elementi legati aidisastri naturali, come le valanghe, le alluvioni, lo scioglimento del permafrost, le frane, la scarsità d'acqua e la siccità. I cambiamenti climatici influenzano anche le risorse idriche e le precipitazioni.

La Convenzione delle Alpi menziona l'acqua come uno tra i dodici aspetti principali (art. 2, comma 2e della Convenzione quadro) e si prefigge l'obiettivo "di conservare o di ristabilire la qualità naturale delle acque e dei sistemi idrici, in particolare salvaguardandone la qualità, realizzando opere idrauliche compatibili con la natura e sfruttando l'energia idrica in modo da tener parimenti conto degli interessi della popolazione locale e dell'interesse alla conservazione dell'ambiente".            

 

GRUPPI DI LAVORO TEMATICI

  • Piattaforma Gestione dell'acqua nelle Alpi

Gli aspetti legati all'acqua sono anche parte integrante delle attività del Gruppo d'azione 6 di EUSALP.

 

PUBBLICAZIONI E DOCUMENTI

 

PROGETTI

  • We are Alps 2017
  •  Alpen-Forum-Innsbruck 2017 (Cambiamenti climatici e pericoli naturali)
  • SPARE (Programma Spazio Alpino) (2015-2018)
Wir verwenden Cookies, um Sie auf unserer Webseite bestmöglich mit Informationen versorgen zu können. Wenn Sie diese Webseite weiterhin nutzen, akzeptieren Sie die Verwendung von Cookies.