74° Comitato permanente: dare priorità all'azione climatica nelle Alpi

Il dibattito sull'azione climatica nelle Alpi è stato il tema principale della 74a seduta del Comitato permanente della Conferenza delle Alpi, che si è svolta online lo scorso 9 marzo. Successivamente all’aggiornamento da parte della Presidenza svizzera relativamente al suo programma e alle tematiche prioritarie, sono stati presentati alcuni progetti nell’ambito dell’azione per il clima da parte del Comitato consultivo sul clima alpino, della Germania, della Svizzera e degli Osservatori Alleanza nelle Alpi e Città alpina dell'anno.

Il tema cardine della Presidenza svizzera della Convenzione delle Alpi 2021-2022 è il clima. Infatti, al centro del programma di Presidenza, è in corso l’elaborazione di un piano in cinque punti con autentici progetti ed iniziative dedicate al clima.

Le attività della Convenzione delle Alpi inerenti il clima sono definite dal Comitato consultivo sul clima alpino (ACB): una piattaforma alpina formata da esperti dedicata alla discussione e allo scambio circa la  mitigazione del cambiamento climatico e l’adattamento nelle Alpi. Durante la riunione del Comitato permanente, il Presidente dell'ACB ha presentato il lavoro che il gruppo sta svolgendo, le priorità e la cooperazione con gli altri Gruppi di lavoro tematici della Convenzione delle Alpi.

La Svizzera ha fornito una panoramica generale della sesta edizione del concorso di architettura Constructive Alps, che finanzia insieme al Principato del Liechtenstein. Il concorso premia ristrutturazioni e nuove costruzioni nelle Alpi che si distinguono per le loro caratteristiche ecologiche, economiche, sociali ed estetiche. Al concorso sono state presentate oltre 230 candidature, 31 sono state selezionate in vista della premiazione di fine anno.

Un altro progetto nell’ambito delle infrastrutture sostenibili, presentato dalla Germania, è il premio ClimaHost. La seconda edizione è stata lanciata lo scorso anno e si rivolge alle strutture ricettive che si impegnano nella tutela del clima e nel risparmio energetico. Nonostante il settore del turismo sia stato fortemente colpito dalla pandemia, hotel, ostelli della gioventù, locande, affittacamere e rifugi di montagna di gran parte del territorio alpino hanno inviato la propria candidatura. La cerimonia di premiazione è prevista per la fine del 2022.

Alleanza nelle Alpi ha presentato al Comitato permanente il progetto "KlimaFit", il cui obiettivo è quello di sviluppare una "bussola di sviluppo locale" per sostenere i comuni nella pianificazione dello sviluppo sostenibile. Il progetto si basa sullo strumento di pianificazione sociale del Programma Interreg Spazio Alpino PlurAlps al fine di includere le tematiche della protezione del clima e dell'adattamento al cambiamento climatico, così come la biodiversità e il paesaggio, e si concentra sulle competenze a livello comunale in Germania. Il progetto è finanziato dalla Germania e terminerà nel mese di marzo 2022.

L'associazione "Città alpina dell'anno" ha fornito ulteriori informazioni sulla sua azione pilota nell'ambito dell'Agenda Territoriale Europea intitolata "Climate Action in Alpine Towns", che mira ad una migliore corrispondenza tra lo sviluppo spaziale e le questioni climatiche nelle città alpine. Il progetto si focalizza sulla partecipazione dei cittadini agli attuali processi di pianificazione nell’ambito dell'adattamento e sulla mitigazione ai cambiamenti climatici, ed è stato illustrato tramite le attività che si sono svolte a Idrija/SI, Sonthofen/DE e Chambéry/FR.

La discussione in seno al Comitato permanente è poi proseguita, evidenziando la necessità di ricreare sinergie tra le diverse attività e gli organi della Convenzione delle Alpi. Il dibattito ha portato ad un ulteriore confronto sullo stato di elaborazione del Programma di lavoro pluriennale (MAP) 2023-2030. I temi intersettoriali prioritari previsti nel MAP saranno "cambiamento climatico", "qualità della vita", "biodiversità ed ecosistemi". Queste tematiche non sono esclusive e saranno affrontate in maniera olistica. Tutti gli organi della Convenzione delle Alpi, nonché le attività in altri settori, contribuiranno al raggiungimento degli obiettivi nelle aree principali. La Delegazione slovena, che subentrerà alla Svizzera in qualità di Presidenza della Convenzione delle Alpi, ha dato un contributo specifico su come affrontare la questione della qualità della vita nelle Alpi.

La Presidenza svizzera, infine, ha fornito un resoconto sullo stato di “Simplon Alliance”, un piano d'azione per la decarbonizzazione dei trasporti nelle Alpi, che è stato affrontato dai Ministri dell'Ambiente e dei Trasporti dei Paesi alpini in un incontro congiunto nel mese di gennaio.

X

We are using cookies.

We are using cookies on this web page. Some of them are required to run this page, some are useful to provide you the best web experience.