XVII Conferenza delle Alpi

I Ministri dell'Ambiente o i loro rappresentanti degli otto Paesi alpini e i delegati della Commissione europea si sono riuniti per la XVII Conferenza delle Alpi a Briga, in Svizzera, il 27 ottobre. Questa Conferenza biennale è il più importante incontro politico della Convenzione delle Alpi.

Dopo che la precedente Conferenza delle Ali del 2020 si era dovuta tenere online a causa della pandemia, i rappresentanti politici di alto livello riuniti a Briga erano molto motivati e hanno agito sulle priorità chiave della Convenzione delle Alpi.

  • Priorità 1: Conservazione e valorizzazione della biodiversità e degli ecosistemi alpini.
  • Priorità 2: Misure ambiziose per la protezione del clima.
  • Priorità 3: Consentire una buona qualità di vita alle persone nelle Alpi.

I nove Gruppi di lavoro tematici incaricati per il periodo 2023-2024 svolgeranno un ruolo significativo nell'attuazione del MAP.

  • La Slovenia ha inoltre presentato il suo programma di Presidenza quando subentrerà alla Svizzera alla fine del 2022. La Presidenza si svolgerà all'insegna dello slogan "Qualità della vita nelle Alpi per tutti". La Presidenza slovena si concentrerà anche sull'educazione ambientale sui cambiamenti climatici, sulla biodiversità e sul rafforzamento delle attività internazionali legate alla montagna e alle tematiche montane.

La fitta agenda della Conferenza è un omaggio all'intenso lavoro svolto negli ultimi due anni dalla Presidenza svizzera, dalle Parti contraenti, dagli Osservatori e dagli organi della Convenzione delle Alpi:

  • I rappresentanti di alto livello hanno discusso le conseguenze dei cambiamenti climatici sul ciclo idrologico nelle Alpi, esplorando questioni chiave sulle misure di gestione della siccità e proposte concrete per l'attuazione del Piano d'azione per il clima 2.0 e della Dichiarazione sull'acqua 2020.
  • È stata adottata la nona Relazione sullo stato delle Alpi sulle Città alpine. La Relazione mira a capire come il sistema insediativo alpino ostacoli o promuova lo sviluppo sostenibile delle Alpi.
Alenka Smerkolj, Segretaria generale della Convenzione delle Alpi: "in questi tempi difficili, è stato incoraggiante vedere i rappresentanti di alto livello delle nostre nove Parti contraenti riunirsi per intraprendere azioni coraggiose in settori centrali per il futuro delle Alpi. Attendo con ansia i prossimi due anni di lavoro con tutte le Parti contraenti, gli Osservatori e i partner per un futuro alpino più sostenibile".
#News delle Parti contraenti, degli Osservatori & die Partner#Relazione sullo stato delle Alpi#Eventi
X

We are using cookies.

We are using cookies on this web page. Some of them are required to run this page, some are useful to provide you the best web experience.