Piattaforma Rete ecologica (2006-2019)

Presidenza: Francia e Germania (in alternanza)
 
Le Alpi sono uno dei maggiori spazi naturali continui presenti in Europa e ospitano più di 30.000 specie animali e 13.000 specie vegetali. L'articolo 12 del Protocollo Protezione della natura e tutela del paesaggio della Convenzione delle Alpi prescrive esplicitamente che le Parti contraenti adottino "le misure idonee a creare una rete nazionale e transfrontaliera di aree protette, biotopi e altri beni ambientali protetti o meritevoli di protezione". Le Parti contraenti si sono impegnate a salvaguardare, gestire e all'occorrenza estendere le aree protette esistenti. Inoltre, "Conservare e valorizzare la biodiversità e il paesaggio" è una delle priorità individuate dal Programma di lavoro pluriennale 2017-2022 della Convenzione delle Alpi.          

La Piattaforma Rete ecologica della Convenzione delle Alpi è stata istituita dalla IX Conferenza delle Alpi del 2006 come un forum di esperti con lo scopo di sviluppare strategie comuni volte a contribuire alla salvaguardia della biodiversità nelle Alpi, soprattutto attraverso la creazione e l'attuazione di misure che garantiscano la messa in rete degli habitat naturali. 
La Piattaforma ha operato su vari livelli, da quello scientifico a quello politico, per identificare le problematiche relative alla connettività ecologica. La Piattafforma ha inoltre contribuito a sostenere progetti transfrontalieri, a livello di regione alpina e nazionali sul tema della connettività ecologica, e ha partecipato all'elaborazione di diverse pubblicazioni. La Piattaforma ha analizzato, presentato e diffuso il ruolo delle reti e della connettività ecologica nell'implementazine della green economy nelle Alpi, in particolare sulla base di buone pratiche, favorendo in questo modo la connettività ecologica in diversi settori (soprattutto nella pianificazione territoriale).    
 
Dal 2011 la Piattaforma Rete Ecologica ha individuato dieci Regioni Pilota per la connettività ecologica nel territorio della Convenzione delle Alpi, che includono aree protette esistenti, coprendo un territiorio nel complesso ben più ampio. Le Regioni Pilota sono territori, spesso transfrontalieri, all'interno dei quali vengono intraprese specifiche attività per favorire e sviluppare la connettività ecologica. La Piattaforma Rete Ecologica ha riconosciuto ufficialmente i loro sforzi, li ha supportati concretamente creando opportunità di confronto e di scambio di esperienze e ha monitorato i loro progressi.      
 
La Piattaforma Rete Ecologica ha inoltre seguito a livello europeo gli sviluppi connessi alle infrastrutture verdi, in termini sia di politiche che di attività, intrattenendo una stretta cooperazione con il Gruppo d'Azione 7 di EUSALP. Superando i confini alpini, la Piattaforma ha fornito supporto al Protocollo d'Intesa tra la Convenzione delle Alpi e quella dei Carpazi, nonché tra la Convenzione delle Alpi e la Convenzione dei Carpazi sulla Connettività Ecologica.

Durante il mandato 2016-2019, la Piattaforma Rete Ecologica ha continuato le proprie attività di scambio tra gli esperti coinvolti nonché di supporto e sviluppo della rete delle Regioni Pilota, conducendo inoltre un'apposita analisi sulle modalità in cui la connettività ecologica è o può essere inclusa nella pianificazione territoriale.

Ritorna alla lista
Utilizziamo i cookie per fornirvi le migliori informazioni possibili sul nostro sito web. Se si desidera continuare a navigare su questo sito web, si prega di accettare l'uso dei cookie. Wir verwenden Cookies, um Sie auf unserer Webseite bestmöglich mit Informationen versorgen zu können. Wenn Sie diese Webseite weiterhin nutzen, akzeptieren Sie die Verwendung von Cookies.