Gruppo di lavoro Difesa del suolo

Presidenza: Austria

Un suolo sano è fondamentaleper permettere, ad esempio, la mitigazione e l’adattamento agli effetti derivanti dai cambiamenti climatici, per preservare la biodiversità e garantire la sicurezza alimentare. Tuttavia, ogni giorno si perdono grandi quantità di suolo sano. Questa perdita non è causata solo dai pericoli naturali, bensì soprattutto dal consumo umano di suolo, che diventa particolarmente importante nelle Alpi, dove la disponibilità di questa risorsa è particolarmente limitata.

Le Parti contraenti della Convenzione delle Alpi sono quindi impegnate a perseguire l'obiettivo della difesa del suolo “al fine di ridurre il degrado quantitativo e qualitativo del suolo, in particolare impiegando tecniche di produzione agricola e forestale che rispettino il suolo, utilizzando in misura contenuta suoli e terreno, limitando l'erosione e l'impermeabilizzazione dei suoli” (articolo 2 (d) della Convenzione quadro). Nel Protocollo Difesa del suolo della Convenzione delle Alpi, le Parti contraenti hanno concordato maggiori dettagli per l'attuazione di questo tema.

La XV Conferenza delle Alpi ha rilevato la necessità di una maggiore cooperazione tra le Parti contraenti nell’ambito della difesa del suolo a causa della maggiore pressione sull'uso del suolo nello spazio alpino e dei maggiori rischi causati, ad esempio, dai cambiamenti climatici. Il Gruppo di lavoro Difesa del suolo è stato istituito nel 2019. Il Gruppo di lavoro contribuisce alla salvaguardia e al miglioramento delle condizioni del suolo alpino, ponendo l’accento sul contrasto ai cambiamenti climatici e sull’adattamento ad essi. Nell’assolvere tale funzione, il Gruppo di lavoro mira a una gestione del suolo adeguata al contesto nonchè sostenibile, a un uso parsimonioso del suolo e alla prevenzione dal degrado e dall’inquinamento del suolo.

Sulla base dei risultati derivanti dalla prima fase di lavoro del Gruppo, verranno portate avanti e definite attività di lungo periodo riguardanti l’armonizzazione della raccolta di dati e le aree di osservazione permanente e verrà intensificato lo scambio e la sensibilizzazione in materia di difesa del suolo. Inoltre, verrà sviluppato un piano d’azione a lungo termine per l’attuazione di misure e dichiarazioni in materia di difesa del suolo, nel quadro specifico della regione alpina. In tale contesto, si presterà particolare attenzione all’interazione tra aspetti qualitativi e quantitativi della difesa del suolo e agli effetti dei cambiamenti climatici.

Contatto: 
Christian Steiner, Ufficio del distretto agricolo di Bassa Austria
Christian.Steiner@noel.gv.at

Ritorna alla lista
X

We are using cookies.

We are using cookies on this web page. Some of them are required to run this page, some are useful to provide you the best web experience.