Il Piano d’azione sul clima 2.0 – percorsi per rendere le Alpi clima neutrali e resilienti!

Siamo lieti di annunciare la pubblicazione del Piano d’azione sul clima 2.0 della Convenzione delle Alpi, sviluppato dal Comitato consultivo sul clima alpino (ACB) ed approvato dalla XVI Conferenza delle Alpi. Il Piano d’azione sul clima 2.0 rende operativi gli obiettivi stabiliti nel Sistema alpino di obiettivi per il clima 2050. La strategia della Convenzione è incentrata sul valore aggiunto di un’ampia cooperazione a livello alpino per la mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici.

Il Piano d’azione sul clima 2.0 ha un orizzonte temporale di media durata, dai cinque ai dieci anni, e dà priorità a specifiche misure per l’attuazione del sistema di obiettivi nei seguenti dieci settori di attività: trasporti, energia, turismo, pericoli naturali, acqua, pianificazione territoriale, suolo, agricoltura di montagna, foreste di montagna, ecosistemi e biodiversità. Temi orizzontali, azioni locali, così come la ricerca e lo sviluppo, sono integrati in queste proposte settoriali. L’attenzione è sempre rivolta a specifiche esigenze ed opportunità della regione alpina, a completamento delle strategie regionali, nazionali e globali.

I percorsi attuativi sono al centro del Piano d’azione sul clima 2.0. Essi consistono in sequenze di misure concrete (step) pensate per raggiungere l’obiettivo di rendere le Alpi una regione climaticamente neutrale e resistente entro il 2050. Insieme ai Gruppi di lavoro tematici della Convenzione delle Alpi e ad altri esperti, il Comitato consultivo sul clima alpino ha sviluppato trenta percorsi attuativi, sedici dei quali sono stati identificati come prioritari sulla base dei seguenti criteri: rilevanza a livello alpino e interfaccia diretta con la Convenzione delle Alpi; carattere trasformativo; sostegno da parte degli attuali decisori politici; e fattibilità della loro attuazione nel breve termine.

Il Piano d’azione sul clima 2.0 richiede attività congiunte a livello intersettoriale e transfrontaliero, colmando il divario attuativo tra obiettivi e misure al fine di contrastare il cambiamento climatico: una delle sfide globali più urgenti per le Alpi. 

Dieci comunità attuative stanno adottando il Piano d’azione sul clima 2.0: visita la pagina alpineclimate2050.org per ulteriori notizie!

Scarica il Piano d’azione sul clima 2.0 (disponibile nelle quattro lingue alpine e in inglese).

Copie stampate del rapporto, senza, allegato, sono disponibili scrivendo al Segretariato permanente

Utilizziamo i cookie per fornirvi le migliori informazioni possibili sul nostro sito web. Se si desidera continuare a navigare su questo sito web, si prega di accettare l'uso dei cookie.