Constructive Alps: le fondamenta per un futuro sostenibile nelle Alpi

Il concorso internazionale di architettura Constructive Alps celebra quest’anno il suo decimo anniversario. Per l’occasione, la Presidenza svizzera della Convenzione delle Alpi ha organizzato, lo scorso 9 e 10 giugno, la conferenza online sulle Costruzioni e ristrutturazioni sostenibili nelle Alpi.

La Conferenza era incentrata su come l’architettura può combinare la protezione del clima, il consumo limitato delle risorse e la qualità della vita. Durante la conferenza, esperti provenienti dal mondo dell’architettura e della sociologia, insieme ai rappresentanti dei comuni e ai proprietari di edifici, hanno presentato l’intero iter: dalla progettazione al funzionamento effettivo dei molti progetti premiati all’interno del concorso. Infatti, come è stato ricordato da parte di uno degli oratori, l’architettura ha successo quando “la mano realizza ciò che la mente pensa ed il cuore sente” (Bernardo Bader).

La conferenza è stata anche l’occasione per presentare il libro “Costruire nelle Alpi - Una guida architettonica alla ragione climatica” scritto dal Presidente della giuria Köbi Gantenbein. La pubblicazione, funge da catalogo delle cinque edizioni del premio Constructive Alps, ed offre una panoramica delle pietre miliari e degli sviluppi dell’architettura sostenibile nelle Alpi.

La mostra dei 28 progetti finalisti dell’edizione 2020 di Constructive Alps è attualmente esposta presso il Ministero della cultura a Lubljana, a Lugano e presso il Museo Alpino di Berna. L’esposizione verrà ospitata anche in altre località delle Alpi.

Al fine di ricordare ancora una volta l’importanza dell’architettura nella protezione del clima, e per mostrare ulteriori esempi di costruzioni e ristrutturazioni sostenibili nello spazio alpino, la Svizzera ed il Principato del Liechtenstein hanno annunciato che ci sarà una sesta edizione del concorso Constructive Alps nell’ottobre 2021.

La Convenzione delle Alpi si sforza di dare l’esempio nello sviluppo sostenibile, e il concorso Constructive Alps è un omaggio al lavoro svolto a livello locale da architetti, comuni ed abitanti. Le ristrutturazioni di edifici rispettose del clima e, se necessario, anche la loro costruzione, è fondamentale sia per la mitigazione che per l’adattamento al cambiamento climatico, e quindi per una migliore qualità di vita nelle Alpi. Infatti, il raffrescamento degli edifici è già diventato un problema più urgente del loro stesso riscaldamento, anche nelle aree montane.

Infine, il premio Constructive Alps va ben oltre la protezione del clima grazie al suo approccio olistico e visionario, tenendo conto della dimensione ecologica, economica, sociale e culturale della sostenibilità dei progetti.

Ti invitiamo a sfogliare alcuni dei progetti passati e a dare un’occhiata alle fondamenta delle nostre case nelle Alpi!

Utilizziamo i cookie per fornirvi le migliori informazioni possibili sul nostro sito web. Se si desidera continuare a navigare su questo sito web, si prega di accettare l'uso dei cookie.