Avvicinare le montagne alla COP27

La COP27 dell'UNFCCC, che si terrà a Sharm el-Sheikh (Egitto) dal 6 al 18 novembre, è una grande opportunità per unire le forze insieme ad altre regioni del mondo con lo scopo di informare e riflettere sul grande impatto dei cambiamenti climatici nelle aree montane. Insieme ai rappresentanti dell'Hindu Kush Himalaya, dei Carpazi e delle Ande, e al presidente del Comitato per il Clima Alpino, Helmut Hojesky, la Segretaria generale Alenka Smerkolj è intervenuta in occasione di un evento collaterale sulla collaborazione e i partenariati tra catene montuose.

L'evento è stato ospitato presso il Padiglione della Criosfera e organizzato congiuntamente dal Centro Internazionale per lo Sviluppo Integrato della Montagna (ICIMOD), dal Programma delle Nazioni Unite per l'Ambiente (UNEP) e dal Segretariato Permanente della Convenzione delle Alpi. Le possibilità concrete di cooperazione sono state ulteriormente discusse in numerosi incontri bilaterali.

"La Convenzione delle Alpi sta affrontando la mitigazione e l'adattamento ai cambiamenti climatici come un tema integrato e trasversale, attraverso partenariati intersettoriali, transnazionali e interorganizzativi. Vogliamo accelerare i progressi e l'effetto leva, stimolare nuove idee, aiutare a prevenire potenziali conflitti e produrre politiche più efficienti. Incoraggiamo tutti a fare lo stesso!" ha sottolineato Alenka Smerkolj nella sua dichiarazione.
X

We are using cookies.

We are using cookies on this web page. Some of them are required to run this page, some are useful to provide you the best web experience.