71a riunione del Comitato permanente: collaborazione positiva per i mesi a venire

Il 10 marzo la Presidenza svizzera della Convenzione delle Alpi ha ospitato la prima riunione del Comitato permanente (PC). La 71a seduta del Comitato Permanente, in formato virtuale, è stato un breve ma costruttivo incontro per la famiglia della Convenzione delle Alpi.

I Delegati degli otto Paesi alpini, dell'Unione Europea (UE) e delle organizzazioni osservatrici hanno discusso le priorità della Convenzione delle Alpi e le sue attività nei prossimi mesi.

Uno dei principali punti all'Ordine del giorno è stato il Programma di lavoro pluriennale (MAP), che sarà rinnovato per il periodo 2023-2030. Il contributo attivo delle Parti contraenti, degli Osservatori e degli organi di lavoro tematici sarà estremamente prezioso per il processo di elaborazione del nuovo Programma di lavoro pluriennale.

I Delegati hanno anche discusso a proposito della prossima nona Relazione sullo stato delle Alpi (RSA 9), che tratterà il tema delle “Città alpine” nelle loro diverse e uniche caratteristiche. È stato istituito il Gruppo di lavoro ad hoc, composto dai rappresentanti e dagli esperti di tutte le Parti contraenti e delle organizzazioni osservatrici, per lavorare alla RSA sotto il coordinamento della Presidenza svizzera.

A conclusione dell'incontro, il Segretariato permanente ha presentato il nuovo Atlante della Convenzione delle Alpi (ATLAS), che facilita la gestione, la visualizzazione e la diffusione dei dati raccolti a livello alpino nell'ambito delle attività della Convenzione delle Alpi. Questo nuovo grande strumento è di libero utilizzo, per saperne di più clicca qui.

Il Segretariato permanente desidera ringraziare la Svizzera per aver presieduto questa prima riunione in modo costruttivo e non vede l'ora di proseguire insieme questo percorso!

Utilizziamo i cookie per fornirvi le migliori informazioni possibili sul nostro sito web. Se si desidera continuare a navigare su questo sito web, si prega di accettare l'uso dei cookie.