8 Paesi, un territorio – moltiplicato per due!

Le Alpi e l'Hindu Kush Himalaya: due catene montuose condivise da otto Stati ciascuna, con un'eccezionale biodiversità, un'affascinante diversità culturale e sfide pressanti come quella del cambiamento climatico.

Negli ultimi anni, i Paesi dell'Hindu Kush Himalaya (HKH) (Afghanistan, Bangladesh, Bhutan, Cina, India, Myanmar, Nepal e Pakistan) hanno intensificato gli scambi sugli aspetti che riguardano il tema della montagna.       
Nel 2020, il primo vertice ministeriale sulla montagna dell'Hindu Kush Himalaya ha istituito una task force di alto livello per valutare la fattibilità della creazione di un meccanismo istituzionale regionale in grado di fare un ulteriore passo avanti nell’ambito di questo partenariato. Il processo è coordinato dal Centro regionale per lo sviluppo delle conoscenze e l'apprendimento ICIMOD (International Centre for Integrated Mountain Development), un'organizzazione intergovernativa degli otto Paesi dell'HKH esistente dal 1983.

L'ICIMOD e la Convenzione delle Alpi hanno già collaborato in diverse occasioni, come gli eventi collaterali della COP dell'UNFCCC (clima), per sensibilizzare congiuntamente il mondo sulle questioni delle regioni montane. Recentemente, il Segretariato permanente ha risposto alla richiesta di condividere la propria esperienza nell’ambito della governance transnazionale ospitando prima un webinar (il 17 maggio) e poi, dal 23 al 25 giugno 2022 opsitando a Innsbruck i membri della task force.   

La Delegazione di tredici persone provenienti dal HKH ha scambiato con i rappresentanti della Delegazione austriaca, del Segretariato permanente e con uno degli Osservatori della Convenzione delle Alpi, CIPRA International, vivaci sessioni di domande e risposte sui processi e sull'attuazione della Convenzione delle Alpi. Durante un'escursione nei Villaggi degli alpinisti di Vals e Schmirn nella valle Wipptal, i Delegati hanno altresì sperimentato e discusso con gli stakeholder locali le questioni relative alla sostenibilità nei settori dell'agricoltura, del turismo e della silvicoltura, nonché le sfide poste dai rischi naturali, dai cambiamenti climatici e dallo spopolamento rurale.

"L'Hindu Kush Himalaya è un ecosistema straordinario di importanza cruciale per il mondo. Guardando oltre, le montagne di tutto il mondo forniscono servizi ecosistemici essenziali. Questa visita è stata un'ottima occasione per scambiare opinioni su questi temi e per condividere le conoscenze delle nostre rispettive regioni montane. Siamo molto onorati di aver avuto la possibilità di accogliere la Delegazione dell'HKH e di condividere con loro una piccola parte della nostra casa alpina!", ha dichiarato Alenka Smerkolj, Segretaria generale della Convenzione delle Alpi, a conclusione della visita.

X

We are using cookies.

We are using cookies on this web page. Some of them are required to run this page, some are useful to provide you the best web experience.